ALAD FAND, SEMINARIO SU DIABETE ED ADERENZA TERAPEUTICA

punti apici 20.07.2018 ore 14:48
BAS
BAS “Nella giornata di mercoledi 18 luglio c.a, su espressa delega del Presidente Nazionale FAND , anche quale Consigliere Nazionale e Segretario Istituzionale della stessa Associazione di Pazienti Diabetici, ho partecipato al Seminario, tenutosi a Roma Hotel Nazionale Sala Capranichetta per la presentazione della "Raccomandazione Civica per l'Aderenza Terapeutica", predisposto da Cittadinanza Attiva- Tribunale dei Diritti del Malato”.

Lo ha comunicato con una nota il Segretario del Consiglio nazionale Antonio Papaleo.

Il Seminario , coordinato da Alessia Squillace, ha visto partecipi molti esperti e rappresentanti del comparto sanitario e delle Associazioni di malati cronici; ha relazionato e illustrato l 'importante documento Tonino Aceti. Dall'illustrazione sono emerse specifiche e puntuali indicazioni circa le strategie e le linee di intervento su cui i diversi attori possono intervenire per rendere le terapie sempre più mirate ed efficaci ; un importante ed essenziale impegno per un migliore e più appropriato uso dei farmaci, compresi quelli di nuova generazione, ma anche uno stimolo a corretti stili di vita , oltre che una più incisiva lotta agli sprechi ed alle inefficienze; un impegno che deve vedere insieme, interagendo all'unisono e non in ordine sparso, i cittadini/pazienti e le rispettive Associazioni , i professionisti della sanità, gli ordini professionali , le società scientifiche e le stesse Istituzioni nazionali e quelle regionali.

Aderenza Terapeutica, è stato ampiamente e diffusamente evidenziato nel corso del seminario , da parte dei numerosi interventi, fra i quali quello del rappresentante Fand, riguarda inevitabilmente il grande tema della cronicità; infatti, la gestione della terapia è ancora più difficile quando la condizione è cronica e implica, quindi, una relazione costante con la malattia nel corso della vita di tali persone.

Tema della cronicità, non a caso attenzionato da un apposito Piano Nazionale, nato dall'esigenza di armonizzare , a livello nazionale le attività in questo delicato campo , proponendo un documento fatto proprio da tutte le Regioni, inteso a promuovere interventi basati su una unitarietà di approccio, centrato sulla persona ed orientato su una migliore organizzazione dei servizi e una piena responsabilizzazione di tutti gli Attori dell'assistenza. Il fine è quello di contribuire al miglioramento della tutela delle Persone affette da malattie croniche, riducendone il peso sull'individuo, sulla sua famiglia e sul contesto sociale, migliorando la qualità di vita, rendendo più efficaci ed efficienti i servizi sanitari in termini di prevenzione ed assistenza ed assicurando uniformità ed equità di accesso ai cittadini.

Piano della Cronicità che ingloba l'insieme del vasto e complesso universo delle tante malattie croniche, ivi compreso il diabete, quant'anche questa specifica malattia ha un proprio Piano Nazionale che, pur essendo stato recepito dalla Conferenza Stato-Regioni, aspetta di essere implementato; a tal proposito , il responsabile del Tribunale dei Diritti del Malato Tonino Aceti ha voluto precisare che la Cabina di Regia sulle Cronicità, insediatasi presso il Ministero della Sanità, avrà cura, laddove si dovessero affrontare specifiche questioni attinenti le diverse patologie, di farsi supportare dalle Rappresentanze Nazionali delle categorie di pazienti, che di volta in volta saranno messi a parte e coinvolte.

Cerca una notizia

Per data di pubblicazione [gg/mm/aaaa]

Ordina dal

Cerca nell'archivio