Erogazione delle Borse di studio a.s. 2017/2018

Segnala ad un amico stampa

17/04/2019

AVVISO DEL 17 APRILE 2019
il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca informa che è' stato prorogato al giorno 31 maggio 2019 il termine entro il quale le famiglie potranno recarsi negli uffici postali per riscuotere il beneficio assegnato.
Si precisa che la predetta proroga costituisce termine ultimo per la riscossione dei benefici relativi all’anno scolastico 2017/18.

AVVISO DEL 7 FEBBRAIO 2019

Le famiglie che non hanno fatto in tempo a ritirare il beneficio assegnato entro il 30 gennaio u.s. potranno da oggi (07/02/2019) recarsi presso gli sportelli postali per esigere il bonifico domiciliato, sempre secondo le modalità di riscossione di Poste Italiane già specificate nelle precedenti comunicazioni. I bonifici domiciliati erogati in questa seconda finestra di erogazione saranno disponibili fino al 30 marzo p.v.

AVVISO DEL 7 GENNAIO 2019

Si rende noto che dal 15 gennaio 2019 saranno disponibili le Borse di studio a.s. 2017/2018 relative alle graduatorie regionali per il Fondo unico per il welfare dello studente e il per il Diritto allo Studio.
Per saperne di più


AVVISO DEL 17 SETTEMBRE 2018

Con la Determinazione Dirigenziale n. 1446 del 13 settembre 2018 sono state approvati, sulla base dei criteri stabiliti dall’Avviso Pubblico approvato con DGR n. 219/2018 e successive modifiche ed integrazioni; gli allegati:
“A” richieste ritenute ammissibili
“B” richieste non ammissibili


E' stata approvata la Deliberazione di Giunta Regionale n. 381 dell' 8 maggio 2018 con la quale sono stati riaperti i termini di scadenza per la presentazione delle istanze per l’assegnazione delle borse di studio per gli studenti della scuola secondaria di secondo grado per l’anno scolastico 2017/2018, approvato con D.G.R. n.219 del 16-03-2018 e la cui scadenza era precedentemente fissata al 13-04-2018.. La scadenza è stata fissata al 5 giugno 2018 (ore 12.00)

Contestualmente il livello Isee per l’accesso ai benefici è stato innalzato da 11.305,72 euro a 15.748,78 euro, dal momento che il numero delle istanze pervenute entro il 13 aprile non ha consentito di impiegare l’intera somma assegnata dal MIUR alla Regione Basilicata.

Primo Piano