FAQ Bando non metanizzati

!!! Attenzione !!!
Modificare dal codice sorgente
----------------
Come richiedere chiarimenti
L’indirizzo di posta elettronica certificato utilizzato per tutte le comunicazioni relative al presente Avviso Pubblico è il seguente: avvisoferambiente@pec.regione.basilicata.it. Non saranno considerate le comunicazioni inviate ad altro indirizzo pec.
----------------

1. Cosa prevede il bando per i non metanizzati?

Si tratta di un contributo a fondo perduto, per l’acquisto e l’installazione di impianti di produzione di energia elettrica e/o termica alimentati da fonti rinnovabili e/o sistemi di accumulo di energia elettrica. Nello specifico gli impianti ammessi a contributo sono: Impianto Fotovoltaico connesso in rete, Impianto Solare Termico, Impianto micro eolico, Sistema di accumulo, Pompa di calore.

2. Quale sarà il vantaggio per i cittadini?

I beneficiari della misura hanno diritto al consumo gratuito dell’energia elettrica prodotta attraverso gli impianti oggetto del contributo.

3. Quanto dura il vantaggio per i cittadini?

Per il ciclo di vita degli impianti. Nel caso dei pannelli solari o fotovoltaici, la durata media è di 25 anni.

4. Chi sono i beneficiari?

Tutti coloro che non hanno un PDR gas attivo e che sono titolari di un contratto di energia elettrica a uso domestico. Nello specifico possono presentare domanda a valere sul presente avviso le persone fisiche che, alla data di presentazione della domanda, sono proprietarie o usufruttuarie delle unità immobiliari oggetto dell’intervento aventi le seguenti caratteristiche:
  • utilizzate come residenza anagrafica;
  • ubicate all’interno del territorio della Regione Basilicata e non allacciate alla rete del metano;
  • regolarmente censite al N.C.E.U.;
  • titolari di contratto di fornitura elettrica per utenza domestica residenziale sull’immobile oggetto dell’intervento, rilevabile dalla “bolletta”;
  • proprietari (o titolari di diritto di usufrutto) di unità abitative indipendenti, non in Condominio, situate nel territorio regionale;
  • proprietari (o titolari di diritto di usufrutto) di unità abitative facenti parte di edifici in Condominio, situati nel territorio regionale. In questo caso l’installazione è consentita sul lastrico solare, su ogni altra idonea superficie comune sulle parti di proprietà individuale dell’interessato.

5. Quali sono gli interventi ammessi?

Fotovoltaico o micro-eolico, per una potenza non inferiore a 3KW, per un finanziamento fino a 5.000 euro. Impianto di accumulo, per una capacità non inferiore a 4,5 KWh, per un finanziamento fino a 5.000 euro. Solare termico, senza limiti di KW, per un finanziamento fino a 5.000 euro. Pompa di calore, se già presente un impianto fotovoltaico, per un finanziamento fino a 5.000 euro. Pompa di calore e impianto fotovoltaico o micro-eolico (minimo 3 KW), per un finanziamento fino a 7.500 euro. Fotovoltaico o micro-eolico o accumulo, esclusivamente per parti comuni condominiali, per un finanziamento fino a 10.000 euro (nessun condomino deve avere PDR attivo).

6. L’erogazione del contributo è subordinata all’acquisizione di parere favorevole da parte dell’assemblea condominiale?

Si.

7. Come saranno istruite le istanze?

La procedura per la concessione del contributo prevede le seguenti fasi: prenotazione delle risorse finanziarie; domanda di erogazione del contributo. A seguito della presentazione della domanda di prenotazione delle risorse, completa di tutti gli allegati previsti, il sistema provvederà in automatico a prenotare le risorse finanziarie, in relazione all’importo del contributo richiesto. Dell’avvenuta prenotazione verrà data comunicazione via PEC al richiedente e al Beneficiario, per conoscenza.
Entro 12 mesi dalla data di conferma della prenotazione delle risorse, l’operatore economico o il Beneficiario dovrà trasmettere attraverso la Piattaforma Centrale Bandi, la richiesta di erogazione del contributo completa di tutti gli allegati previsti.
L’istruttoria sarà condotta sulle domande di erogazione del contributo. Il contributo verrà erogato entro 120 giorni dalla ricezione della domanda di saldo.

8. Il contributo di cui alla presente misura può coprire fino al 100% della spesa ammissibile (IVA inclusa)?

Sì.

9. Cosa prevede la procedura per la concessione del contributo?

Le risorse vengono prenotate dall’operatore per nome e per conto del Beneficiario, indicando la tipologia di intervento.

10. Quando vengono erogate le risorse?

Dopo 120 giorni dalla presentazione della domanda di erogazione del contributo, che può essere effettuata sia dal beneficiario che dall’operatore economico.

11. Chi presenta la domanda?

L’operatore economico, ossia il soggetto abilitato all’esecuzione degli impianti presso gli immobili dei soggetti beneficiari della misura, su procura speciale del beneficiario.

12. Il contributo verrà erogato direttamente al Beneficiario?

Sì, in caso di presentazione di fatture quietanziate. Nel caso di presentazione di fatture non quietanziate il contributo sarà erogato all’operatore economico, previo mandato all’incasso sottoscritto dal Beneficiario.

13. Quali caratteristiche deve avere l’operatore economico?

  • installatori abilitati ai sensi dell’art. 1 comma 2 lett. a) e/o c) del D.M. 37/2008 e/o ai sensi dell’art. 15 del D. Lgs. 28/2011 e ss.mm.ii. come risultante dalla visura camerale;
  • nel caso di installazione di pompe di calore, essere in possesso, ove previsto, della certificazione di cui al D.P.R. 146/2018 “Regolamento di esecuzione del regolamento (UE) n. 517/2014 sui gas fluorurati a effetto serra e che abroga il regolamento (CE) n. 842/2006” e ss.mm.ii;
  • disporre di un indirizzo di posta elettronica certificata, firma digitale e SPID/CNS.

14. Quando sarà possibile presentare le domande?

Le richieste potranno essere compilate ed inviate dal 5 dicembre 2022.

15. Quando scade il bando?

Il 31 dicembre 2023 o fino all’esaurimento delle risorse stanziate per l'esercizio 2022-2023 pari a 49 milioni.

16. Il contributo previsto dal presente Avviso è cumulabile con altre agevolazioni pubbliche?

Si, anche se previste per l’acquisto dei medesimi beni e servizi, a condizione che l’importo complessivo delle agevolazioni pubbliche ottenute, cumulate, non sia superiore al prezzo di acquisto dei beni e servizi agevolati, comprensivi di IVA, a cui le stesse fanno riferimento. La quota di spesa coperta dal contributo regionale dovrà rimanere esclusa da altre forme di agevolazione pubblica.

17. Sono coperte anche le spese tecniche e i costi delle pratiche amministrative connesse alla realizzazione degli interventi?

Sì.

18. Quale assicurazione è richiesta?

Quella prevista dall'avviso, dalla durata decennale.

19. Chi ha già un impianto FV può accedere al bando?

Sì, la potenza minima dell'impianto deve essere da 3 kW e la potenza incrementata deve essere minore o uguale della potenza impegnata al contatore.

20. I sistemi di accumulo possono essere abbinati ad un impianto fotovoltaico esistente?

Sì.

21. In quale caso posso accedere al bando per installare una pompa di calore?

Solo se si è dotati di un impianto di energia elettrica alimentato da fonti rinnovabili (esistente o da realizzare ex novo).

22. Cosa è un “Impianto Fotovoltaico connesso in rete”?

Si tratta di un impianto di produzione di energia elettrica, mediante conversione diretta della radiazione solare tramite l’effetto fotovoltaico, connesso alla rete elettrica locale e composto da un insieme di elementi (moduli fotovoltaici, uno o più Inverter e altri componenti elettrici minori).

23. Cosa è un “Impianto Solare Termico”?

Si tratta di un impianto per la produzione di energia termica dalla radiazione solare (per la produzione di acqua calda sanitaria e/o per riscaldamento). L’impianto solare può essere a circolazione naturale o a circolazione forzata.

24. Cosa è un “Impianto micro eolico”?

Si tratta di un impianto di produzione di energia elettrica di bassissima potenza in grado di convertire l’energia cinetica estratta dal vento attraverso turbine eoliche in energia meccanica di rotazione ed utilizzata per produrre elettricità, connesso alla rete elettrica locale e composto da un insieme di elementi (rotore, turbine bipala o tripala e altri componenti elettrici minori).

25. Cosa è un “Sistema di accumulo”?

Si tratta di un insieme di dispositivi, apparecchiature e logiche di gestione e controllo, funzionale ad assorbire e rilasciare energia elettrica, previsto per funzionare in maniera continuativa in parallelo con la rete con obbligo di connessione di terzi o in grado di comportare un’alterazione dei profili di scambio con la rete elettrica (immissione e/o prelievo).

26. Cosa è una “Pompa di calore”?

Si tratta di una macchina (aerotermica o geotermica) in grado di prelevare energia termica da un ambiente a bassa temperatura e cederla, a temperatura più alta, a un altro ambiente.

27. In caso di intestatario della "Bolletta" diverso dal Beneficiario, comunque residente nell'unità immobiliare oggetto della richiesta d’intervento (es. coniuge) è possibile inoltrare la domanda di prenotazione delle risorse?

No, l'intestatario della "Bolletta" deve essere il Beneficiario in possesso dei requisiti di cui all'art. 3 dell'Avviso.

28. Il limite di potenza inferiore (con le tolleranze indicate nell'avviso) di 3 kW, per gli impianti di produzione di energia elettrica, e il limite inferiore della capacità di accumulo pari a 4,5 kWh, per i sistemi di accumulo, sono vincolanti per l'inoltro della domanda di prenotazione del contributo?

Si.

29. E' possibile installare i pannelli fotovoltaici sulle pertinenze dell'unità immobiliare (es. tettoie, terreni attorno il fabbricato, ecc.)?

Si, purché l'impianto fotovoltaico è connesso al POD del Beneficiario.

30. In caso di aumento della potenza impegnata al contatore eseguita prima della domanda di prenotazione delle risorse, in assenza di "bolletta" riferita alla nuova potenza, cosa può essere allegato alla domanda di erogazione del contributo?

Alla domanda di erogazione del contributo potranno essere allegati il contratto e/o la fattura dell'ente gestore che attesti l'avvenuto cambio di potenza.

31. Un operatore economico può presentare domande per più Beneficiari?

Si.

32. Nel caso di prenotazione delle risorse per intervento combinato con impianto fotovoltaico o microeolico e pompa di calore, qualora in sede di realizzazione verrà installato il solo fotovoltaico o il microeolico, si perde l'intero contributo?

No, il contributo erogato sarà quello corrispondente all’intervento realizzato e rendicontato in sede di richiesta di erogazione del contributo stesso.

33. Nel caso di installazione congiunta di impianto fotovoltaico e pompa di calore, l'Operatore Economico è tenuto ad avere entrambi i requisiti di cui al comma 1 lettera a. e b. dell'art. 8 oppure disponendo dell'uno o dell'altro potrebbe poi avvalersi della collaborazione di altre ditte certificate?

Sì, il possesso del requisito di cui al DPR 146/2018, ove richiesto, sarà dimostrato dall’installatore della pompa di calore in sede di richiesta di erogazione del contributo.

34. Per quali interventi compresi nell’Avviso va stipulata la polizza assicurativa decennale?

La polizza va stipulata per i soli interventi di fornitura in opera degli impianti di produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile (fotovoltaico o micro eolico).

35. L'operatore economico che presenta la domanda, può far realizzare uno degli interventi da un altro operatore? Per esempio: l'operatore principale realizza l'impianto fotovoltaico, mentre un secondo operatore esegue l'installazione di una pompa di calore?

Sì.

36. L’operatore economico deve accertarsi della conformità catastale dell'immobile per cui si chiede il contributo?

L’operatore economico acquisisce la dichiarazione del Beneficiario riportante il regolare censimento dell’unità immobiliare presso il N.C.E.U. e i riferimenti catastali della stessa.

37. E’ possibile installare pompe di calore del tipo Aria/Aria?

Sì, purchè collegate ad impianto di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili.

38. Nella domanda di prenotazione del contributo, nel caso di installazione di solare termico o pompa di calore, quale valore di potenza va indicato?

Il valore da indicare è la potenza termica in kW.

39. La tolleranza sulla potenza di picco del 5% è sulla potenza installata successivamente rispetto a quella indicata in domanda oppure la tolleranza è sui 3Kwp e in domanda dovrà indicarsi la potenza esattamente uguale a quella da installare?

Rispetto al limite minimo di potenza di 3kWp per il fotovoltaico, non è necessario indicare in sede di domanda la potenza esatta. Il rispetto di detto valore al netto della tolleranza del 5% sarà verificato in sede di erogazione del contributo. Ciò vale anche per il limite inferiore della capacità del sistema di accumulo.

40. Qualora un cittadino non metanizzato sia già dotato di impianto fotovoltaico ma con potenza inferiore a 3Kwp potrà comunque avvalersi dell’Avviso per l’installazione di un sistema di accumulo?

Sì, il limite di 3kWp non si applica agli impianti esistenti o non rientranti nella richiesta di contributo.

41. Rispetto alla cumulabilità del contributo regionale con altre agevolazioni pubbliche, quale delle diverse tipologie di incentivi prevale?

Prevale il contributo regionale. Pertanto, si potrà usufruire di una forma diversa di agevolazione soltanto per la quota di spesa sostenuta eccedente la quota coperta dal contributo regionale richiesto, così come disposto dal comma 3, ultimo periodo, dell’articolo 5 dell’Avviso Pubblico.
Esempio
Costo impianto: Euro 7.000,00
Contributo regionale richiesto: Euro 5.000,00
Importo per cui è possibile far valere altre agevolazioni pubbliche: Euro 2.000,00

42. E’ possibile inoltrare l’istanza di prenotazione del contributo per l’installazione di un impianto fotovoltaico, anche se in presenza di impianto fotovoltaico installato in precedenza, eventualmente accoppiato a sistema di accumulo?

Sì, a patto che la potenza dell’impianto fotovoltaico sia non inferiore a 3kW, con una tolleranza del 5%,. L’eventuale sistema di accumulo abbinato ad impianto fotovoltaico dovrà avere capacità non inferiore a 4,5kWh, con una tolleranza del 5%.

43. Nella compilazione del modello di domanda on line di prenotazione delle risorse, nella tabella "tipologia di intervento" nel caso di interventi diversi da quelli di cui ai punti a e a1, nel riquadro “Potenza elettrica dell'impianto da costruire” quali valori vanno indicati?

In tali casi il campo “Potenza elettrica dell’impianto da costruire” può essere valorizzato con il numero 0.
Per i collettori solari e per le pompe di calore il campo “Potenziale produttività dell’impianto” dovrà essere valorizzato come indicato alla FAQ38.

44. E’ possibile richiedere un anticipo delle risorse prenotate?

No.

45. Dove dovranno essere inoltrate le richieste di erogazione del contributo?

L’operatore economico o il Beneficiario dovrà trasmettere la richiesta di erogazione del contributo, sulla base dei format di cui agli Allegati C e C1, attraverso la Piattaforma Centrale Bandi.

46. Nel caso di edificio plurifamiliare con sub separati e Condominio non costituito è possibile considerarle come unità immobiliari indipendenti?

Nel caso in cui l’edificio ricade nella definizione di Condominio: Edificio con almeno due unità immobiliari, di proprietà in via esclusiva di soggetti che sono anche comproprietari delle parti comuni, si applicano le disposizioni previste dall’Avviso per i Beneficiari di cui all’art. 3 comma 3 lett. b.

47. Per quali interventi oggetto di richiesta di contributo è richiesta la polizza “all risks”?

La polizza è richiesta per gli interventi di installazione di un impianto fotovoltaico o microeolico.

48. Circa i requisiti della polizza “all risk” di cui all’articolo 8 comma 2 lett. e), dalla consultazione di numerose compagnie assicurative è emersa la difficoltà a comprendere nel costo della polizza anche il costo della manodopera per la sostituzione di componenti in garanzia senza franchigie. Si richiede, pertanto, se il rispetto di tale requisito sia obbligatorio ai fini della richiesta dell’erogazione del contributo?

Verificata la difficoltà evidenziata, fermo il rispetto degli altri requisiti saranno accettate polizze non comprendenti il costo della manodopera per la sostituzione dei componenti in garanzia senza franchigie.

49. Nel caso di unità immobiliari già assicurate è ammessa l’estensione della copertura assicurativa all’impianto (fotovoltaico o microeolico) oggetto di contributo?

Sì nel rispetto dei requisiti di cui all’art. 8 comma 2 lett.e. al netto del costo della manodopera per la sostituzione dei componenti in garanzia senza franchigie (vedi FAQ 48).

50. L'operatore economico può stipulare un'assicurazione unica che copra i massimali di tutti gli impianti che andrà ad installare, per poi scalare la stessa sui singoli interventi fino ad esaurimento della quota coperta da assicurazione?

Sì, a patto che la polizza risponda ai requisiti richiesti dall’Avviso (vedi FAQ 48) e che per ciascun intervento venga emessa appendice riportante i dati del Beneficiario e dell’impianto assicurato.

51. Per il titolo di usufrutto, è ritenuta valida la scrittura privata?

Sì, a patto che la scrittura privata sia autenticata da notaio o da altro pubblico ufficiale.

52. I cittadini con impianto di riscaldamento a pellet possono accedere all’Avviso?

Sì, nel rispetto dei requisiti e delle disposizioni previste dall’Avviso.

53. Per gli interventi oggetto di richiesta di contributo da eseguire sulle parti comuni di edifici condominiali, indipendentemente dalla tipologia degli stessi, occorre copia del verbale dell’assemblea condominiale in cui viene espresso parere favorevole?

Sì.

54. Il termine usufruttuario deve essere inteso in senso strettamente giuridico o in senso più lato come "chi usufruisce di una cosa"?

Il termine usufruttuario deve essere inteso in senso strettamente giuridico (vedere anche FAQ 4 e 51).

55. I comodatari e i locatari rientrano tra i Beneficiari?

No

56. Per le pompe di calore elettriche dotate di variatore di velocità (inverter o altra tipologia), è ammessa una riduzione dei valori indicati al p. 4 dell’Allegato 1 all’Avviso?

Sì, in accordo a quanto stabilito dal punto 2) comma 1 lett. e) dell’Allegato IV al D. Lgs. 199/2021 è ammessa una riduzione del 5%.

57. Cosa si intende per potenza dell’impianto fotovoltaico?

La somma delle potenze di picco di ciascun modulo fotovoltaico