Pubblicazione Graduatorie - A.P. La filiera produttiva turistica, culturale e creativa per la fruizione dei beni del patrimonio culturale e naturale della Regione Basilicata

Segnala ad un amico stampa

Referente Giuseppina Lo Vecchio

AVVISO DEL 4 LUGLIO 2019

La filiera produttiva turistica, culturale e creativa per la fruizione dei beni del patrimonio culturale e naturale della Regione Basilicata
Aiuti ad iniziative per lo sviluppo di imprese delle filiere culturali, turistiche, creative, dello spettacolo e dei prodotti tradizionali e tipici funzionali alla fruizione dei beni del patrimonio culturale e naturale della regione Basilicata.

In attuazione di quanto disposto all’art. 12, comma 6 dell’Avviso Pubblico si pubblicano gli elenchi provvisori delle istanze istruibili e non istruibili secondo l’ordine progressivo conseguito con i punteggi autoattribuiti definiti in base all’art.9 dell’Avviso Pubblico ed esplicitati per tipologia di attività come di seguito riportato:

a)
tipologia di attività A: “Industria delle attività culturali, creative e dello spettacolo e a servizio del turismo”  (Allegato A. Elenco Istanze Generale tipologia Attività A)

b) tipologia di attività B: “Industria dei prodotti tradizionali e tipici” (Allegato B. Elenco Istanze Generale Tipologia di Attività B)


c) tipologia di attività C: “Industria dei servizi e attività a valenza ambientale e naturalistica” (Allegato C Elenco Istanze Generale Attività C)


Si pubblica altresì l’elenco provvisorio delle istanze istruibili rientranti nella dotazione finanziaria aggiuntiva ITI POTENZA relativa a progetti aventi ad oggetto programmi di investimento o realizzazione di prodotti all’interno della Città di Potenza e l’elenco provvisorio delle istanze istruibili rientranti nella dotazione finanziaria aggiuntiva ITI MATERA relativa a progetti aventi ad oggetto programmi di investimento o realizzazione di prodotti all’interno della Città di Matera ed esplicitati per tipologia di attività come di seguito riportato:

a) tipologia di attività A: “Industria delle attività culturali, creative e dello spettacolo e a servizio del turismo” (Allegato D. RISERVA ITI POTENZA. Elenco Istanze tipologia Attività A)

b) tipologia di attività A: “Industria delle attività culturali, creative e dello spettacolo e a servizio del turismo” (Allegato E. RISERVA ITI MATERA. Elenco Istanze tipologia Attività A)

c) tipologia di attività B: “Industria dei prodotti tradizionali e tipici” (Allegato F. RISERVA ITI POTENZA Elenco Istanze Tipologia di Attività B)

d) tipologia di attività B: “Industria dei prodotti tradizionali e tipici” (Allegato G. RISERVA ITI MATERA Elenco Istanze Tipologia di Attività B)

SEGNALAZIONE:

Si invita coloro che hanno candidato istanze relative a progetti aventi ad oggetto programmi di investimento o realizzazione di prodotti all’interno delle Città di Potenza e Matera non rientranti nella dotazione assegnata agli elenchi generali a consultare anche gli elenchi relativi alle risorse aggiuntive di ITI Potenza e ITI Matera.
A parità di punteggio sono state applicate le priorità previste all’art. 9 comma 3. Per questo avviso non è necessario il sorteggio.

AVVISO IMPORTANTISSIMO

Gli elenchi ad oggi sono provvisori e pertanto sarà necessario la consultazione di quelli definitivi di cui si prenderà atto con apposita determinazione dirigenziale che sarà pubblicata sul prossimo BUR del 1° settembre 2019 di cui sarà data ampia comunicazione. Dalla data di pubblicazione sul BUR e sul sito della richiamata determina di approvazione definitiva degli elenchi di che trattasi in attuazione di quanto disposto all’art. 12 comma 8 dell’Avviso Pubblico partiranno i 15 giorni previsti per il caricamento della documentazione richiesta all’art. 12 comma 11 dell’Avviso medesimo.
Tale termine scadrà il giorno 16 settembre alle ore 18.00


AVVISO DEL 22 MAGGIO 2019

Con Determina Dirigenziale n. 15AN.2019/D.00857 del 21/5/2019 è stata prorogata la chiusura dell’Avviso Pubblico in oggetto fino alle ore 18.00 del giorno 30/06/2019.

AVVISO DEL 18 APRILE 2019

Si informa che in attuazione di quanto disposto all’art. 22 comma 2 dell’Avviso sono state pubblicate le risposte alle faq pervenute al 13 aprile 2019.


Aiuti ad iniziative per lo sviluppo di imprese delle filiere culturali, turistiche, creative, dello spettacolo e dei prodotti tradizionali e tipici funzionali alla fruizione dei beni del patrimonio culturale e naturale della Regione Basilicata.

Il presente Avviso Pubblico denominato “La filiera produttiva turistica, culturale e creativa per la fruizione dei beni del patrimonio culturale e naturale della Regione Basilicata” è stato individuato quale strumento per attuare gli obiettivi specifici dell’Azione 3B.3.3.2 “Supporto allo sviluppo di prodotti e servizi complementari alla valorizzazione di identificati beni del patrimonio culturale e naturale della Regione Basilicata, anche attraverso l’integrazione tra imprese delle filiere culturali, turistiche, creative e dello spettacolo, e delle filiere dei prodotti tradizionali e tipici” a valere sul PO FESR 2014-2020.

L’obiettivo del presente Avviso Pubblico è incentivare le iniziative candidate da imprese, lavoratori autonomi e altre tipologie di soggetti giuridici di cui al successivo punto anche in forma collettiva, finalizzati alla valorizzazione e/o fruizione di uno o più beni del patrimonio culturale e naturale della Regione Basilicata. I beni, che devono essere presi a riferimento sono quelli interessati da interventi finanziati a valere su strumenti di programmazione unitaria (FSC e FESR) a partire dal ciclo di programmazione 2000-2006 di cui all’Allegato A all’Avviso.

Le tipologie di iniziative ammissibili devono supportare lo sviluppo di prodotti e servizi complementari funzionali alla valorizzazione dei beni del patrimonio culturale e naturale della regione Basilicata, in modo da attrarre e/o incrementare flussi turistici e conseguentemente determinare impatti positivi, diretti ed indiretti, sul sistema socio-economico di riferimento.

Soggetti ammissibili ad agevolazione

I soggetti ammissibili ad agevolazione, alla data di inoltro della domanda telematica, devono rientrare in una delle seguenti categorie:
a) micro, piccole e medie imprese, secondo la definizione di cui all’Allegato I al Regolamento (UE) n. 651/2014, compresi i consorzi, le società consortili e le società cooperative;
b)  lavoratori autonomi e liberi professionisti che, ai sensi dell’art. 1 comma 821 della Legge 28 dicembre 2015, n. 208 (legge di stabilità 2016) sono equiparati alle PMI ai fini dell’accesso alle agevolazioni previste dalla programmazione dei Fondi strutturali 2014 - 2020;
c) fondazioni e associazioni che esercitano attività economica.
I soggetti di cui al precedente comma 1, che presentano la domanda di agevolazione a valere sul presente Avviso, devono alla data di inoltro della domanda telematica:
     • essere costituiti e iscritti nel Registro delle Imprese alla Camere di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura (CCIAA) territorialmente competente [requisito richiesto solo per i soggetti di cui ai precedenti punti a) e c)
     • essere titolari di partita IVA.
I soggetti di cui al precedente punto possono presentare la domanda di agevolazione a valere sul presente Avviso anche mediante la candidatura di Progetti Integrati tra più soggetti costituiti in partenariato. In tal caso il partenariato che presenta il Progetto Integrato dovrà essere costituito da almeno tre soggetti tra quelli di cui al precedente comma 1 del presente articolo che abbiano i requisiti di cui al precedente comma 2 e 3.
Per la presentazione dei Progetti Integrati i soggetti riuniti nel partenariato alla data di inoltro della domanda telematica dovranno:
     • individuare tra di loro un soggetto Capofila, unico referente nei confronti della Regione Basilicata e/o suo delegato. Il soggetto Capofila deve essere obbligatoriamente uno dei soggetti di cui all’art. 3 comma 1 dell’Avviso;
     • sottoscrivere un Accordo di Progetto che contempli impegni, risorse e ruoli reciproci, secondo lo schema riportato nell’Allegato O     “Schema Accordo di Progetto”.
Al Capofila sono attribuite le seguenti funzioni e responsabilità:
     • coordinamento del partenariato;
     • ruolo di referente unico nei confronti di Regione Basilicata e/o suo delegato per gli aspetti amministrativi, per la rendicontazione economica e per il monitoraggio/valutazione dei risultati del Progetto Integrato.
Fermo restando che i soggetti beneficiari che avranno titolo a ricevere il contributo sono i soggetti di cui al comma 1 dell'Art. 3 del presente Avviso Pubblico, possono aderire al partenariato, senza essere beneficiari di contributo, gli Enti Locali, le Camere di Commercio e gli enti/istituti di ricerca localizzati in Basilicata.
Ogni singolo soggetto aderente al Progetto Integrato dovrà realizzare una parte del Progetto Integrato candidato e sarà beneficiario della quota di contributo relativa alle spese ammesse.
La quota minima di partecipazione alle spese del progetto di ogni soggetto di cui al comma 1 dell'Art. 3 del presente Avviso Pubblico partecipante al progetto deve essere pari almeno al 10% delle spese complessive previste per la realizzazione del progetto e ritenute ammissibili.

Iniziative ammissibili

Le iniziative ammissibili ad agevolazione, finalizzate alla valorizzazione dei beni del patrimonio culturale e ambientale della Regione Basilicata di cui all’Allegato A all’Avviso, devono rientrare nelle seguenti tipologie di attività:
a) Industria delle attività culturali, creative e dello spettacolo e a servizio del turismo: moda, software, editoria, TV e Radio, pubblicità, cinema, patrimonio culturale, musica e spettacolo, architettura, arte contemporanea, agenzie viaggio, tour operator e servizi di prenotazione, attività ricreative e di divertimento (Attività A);
b) Industria dei prodotti tradizionali e tipici: artigianato artistico e tradizionale, ristorazione, bar, design industriale e artigianato (Attività B);
c) Industria dei servizi e attività a valenza ambientale e naturalistica: attività sportive, centri educazione ambientale, servizi connessi alla fruizione del patrimonio naturalistico (Attività C).
Dato l’alto grado di variabilità delle attività di ciascun settore sopra indicato, le attività elencate sono da ritenersi indicative e non esaustive.

Le spese ammissibili possono essere finalizzate a:

a)  Programmi di investimento (Tipologia A) nei settori di cui all’art. 6 dell’Avviso finalizzati alla fruizione di un Bene del patrimonio culturale e/o ambientale attraverso la:
     - realizzazione nuove iniziative,
     - ampliamento di un’attività preesistente,
     - diversificazione produttiva e/o di servizi preesistenti;
     - introduzione di innovazione tecnologica.
b) Realizzazione e sviluppo di prodotti e servizi (Tipologia B), nei settori di cui all’art. 6 dell’Avviso rientranti, a titolo esemplificativo e non esaustivo, nelle seguenti categorie:
     - tecnologie ICT per l'acquisizione, la fruizione, il recupero, la catalogazione, la divulgazione e la condivisione di beni culturali materiali e immateriali e di beni ambientali (paesaggistici, geologici, biologici, archeologici, monumentali, antropologici, storici, storico-artistici, linguistici), anche attraverso ambienti virtuali interattivi;
     - tecnologie GIS-Cloud per la gestione integrata, la condivisione e la comunicazione del patrimonio culturale su base geografica: implementazione di sistemi Open Data, condivisione e comunicazione di progetti e iniziative inerenti beni naturali e culturali materiali e immateriali (paesaggistici, geologici, biologici, archeologici, monumentali, antropologici, storici, storico-artistici, linguistici), atlanti patrimoniali;
     - tecnologie legate a materiali innovativi, dispositivi elettronici e di “remote sensing”, integrazione di tecnologie di telerilevamento satellitari e tecniche elettromagnetiche non invasive per il monitoraggio di fenomeni di degrado e di dissesto di monumenti e siti di interesse archeologico e storicoartistico, di siti di interesse naturalistico, di geositi;
     - tecnologie legate alla fruizione, valorizzazione e comunicazione social web, anche in termini di social media marketing, del territorio della Basilicata e dei suoi beni culturali materiali e immateriali e ambientali, paesaggistici, geologici, archeologici, monumentali, antropologici, storici, storico-artistici, linguistici;
     - sviluppo di servizi per la fruizione immersiva, interattiva e partecipativa (ad es. ricostruzioni 3D, realtà aumentata, mobile APP);
     - realizzazione di strumenti e attività di web-marketing, campagne e materiali di comunicazione e sistemi informativi per la valoriz¬zazione e la promozione, anche in ambito nazionale e internazionale, del Bene individuato;
     - narrazione finalizzata alla promozione turistico-culturale (o utilizzo dello “storytelling”, “arte” di raccontare storie impiegata come strategia di comunicazione);
     - progettazione e realizzazione di strumenti informativi, di amministrazione, di gestione e di prenotazione dei servizi turistici e commerciali, creazione di piattaforme per acquisti collettivi di beni e servizi, innovazione dei sistemi di offerta culturale, turistica e commerciale, con particolare attenzione all’utilizzo di tecnologie digitali;
     - creazione e sviluppo di itinerari turistico-culturali integrati, con particolare attenzione alla valorizzazione degli elementi culturali;
     - realizzazione di segnaletica turistica e culturale finalizzata alla diffusione delle informazioni a favore di cittadini e turisti (ad es.: InfoPoint innovativi, segnaletica coordinata);
     - sviluppo di supporti editoriali e audiovisivi;
     - realizzazione di videogiochi e ideazione di interventi di “gamification” per rendere più “piacevole” e interattiva la fruizione del patrimonio;
     - ideazione e sviluppo di aggregazioni di prodotto finalizzate alla valorizzazione e alla promozione turistica dei Beni individuati;
     - iniziative per la valorizzazione dell’offerta enogastronomica e commerciale (shopping) unita alla disponibilità di strutture e di servizi di accoglienza di qualità e funzionali all’itinerario.
Possono essere candidati progetti sia per le iniziative di cui alla Tipologia A che per le iniziative di cui alla Tipologia B.

Le domande potranno essere compilate e inviate a partire dalle ore 8.00 del giorno 15/04/2019 e fino alle ore 18.00 del giorno 31/05/2019