Progetto AGIRE POR - Governance

Segnala ad un amico stampa

Il Progetto A.G.I.R.E. POR prevede l’attivazione di Gemellaggi tra le Amministrazioni (del Centro Nord e dell’Obiettivo 1, nonché tra le stesse Amministrazioni dell’Obiettivo 1), al fine di contribuire al miglioramento delle capacità delle Amministrazioni titolari di Programmi Operativi Regionali delle aree Obiettivo 1 in relazione a specifici temi di interesse.
Il Ministero dello Sviluppo Economico - Dipartimento per le politiche di sviluppo e coesione, titolare del Progetto Operativo Nazionale Assistenza Tecnica e Azioni di Sistema - PON ATAS, è responsabile delle attività e della strategia del progetto che deve essere funzionale alla nuova programmazione ed in linea con la strategia delineata dal Quadro Strategico Nazionale.
Il Dipartimento per i Diritti e le Pari Opportunità - Ufficio Interventi in campo economico e sociale - Servizio Affari Comunitari ed Internazionali è il soggetto attuatore per i gemellaggi attivati allo scopo di favorire il trasferimento di strumenti operativi e prassi procedurali finalizzati alla promozione del principio di pari opportunità e all’applicazione del mainstreaming di genere.
Nel quadro del Progetto AGIRE è stato approvato un progetto di gemellaggio tra la Regione Sardegna e la Regione Basilicata - le uniche due Regioni dell’Obiettivo 1 ad aver costituito un’Autorità per le Politiche di Genere (ora “Autorità per i Diritti e le Pari Opportunità”) - le cui referenti sono, rispettivamente, la D.ssa Giovanna VICINI COLOMBO (Autorità per i Diritti e le Pari Opportunità - POR Sardegna) e l’Avv. Cecilia SALVIA (Autorità Autorità per i Diritti e le Pari Opportunità - POR Basilicata).
L’obiettivo del progetto Il sistema di governance delle Pari Opportunità è quello di concorrere allo sviluppo di modelli di governance delle politiche di pari opportunità, con particolare riferimento alle politiche e alle azioni cofinanziate dai Fondi strutturali.
Attraverso uno scambio di buone prassi si intende contribuire al consolidamento del modello già in vigore - in particolare alla definizione degli aspetti procedurali ed organizzativi che precedono, accompagnano e seguono l’attuazione della strategia di pari opportunità nell’ambito dei Programmi Operativi - ed all’attuazione coerente ed integrata del principio del dual approach.