Programma EPOS. Definizione modalità di erogazione contributi ai Parchi

Segnala ad un amico stampa

Riferimenti: Drirezione Generale

Scadenza: 01/03/2013

Pubblicata con il BUR n° 51 del 31/12/2012 la D.D. n° 1746  del 27/11/2012, 2037S, in coerenza con quanto stabilito nella D.G.R. n. 2014/201, definisce la modalità per la concessione di contributi forfettari ai Parchi regionali e nazionali presenti in Basilicata riconosciuti  Amici della Rete, sostenitori della REDUS di Basilicata nell'ambito di EPOS – Programma strategico 2010-2013 PER L’Educazione e la PrOmozione   della Sostenibilità Ambientale in attuazione del Nuovo Quadro rogrammatico Stato-Regioni e Province  autonome per l'educazione all'ambiente e alla sostenibilità e del Decennio per l'educazione allo sviluppo sostenibile (DESS UNESCO Italia).

L'obiettivo generale del programma EPOS è contribuire ad attuare un processo educativo formale e non formale permanente che interessa l'individuo lungo l'intero arco della vita, secondo un concetto ampio di educazione allo sviluppo sostenibile.

Le richieste per ottenere gli interventi di cui al punto precedente possono essere avanzate dai Parchi regionale e nazionali presenti nella regione Basilicata riconoscuiti formalmente come amici della rete  sostenitori della REDUS della regione Basilicata. La domanda di contributo, compilata secondo lo schema accluso (Scheda 1), può essere consegnata a mano all'Ufficio Protocollo del Dipartimento Ambiente, Territorio, Politiche della Sostenibilità o inoltrata a mezzo del servizio postale mediante raccomandata con avviso di ricevimento, entro il termine perentorio del 1 marzo 2013 al seguente indirizzo:
Centro Regionale di Coordinamento della REDUS c/o Regione Basilicata, Direzione Generale del Dipartimento Ambiente, territorio, Politiche della sostenibilità,
Viale Vincenzo Verrastro 5, 85100 Potenza ,  in plico chiuso sul quale dovrà essere apposta, oltre l'indicazione del mittente anche la dicitura "PROGRAMMA EPOS - richiesta contributi".