Segnala ad un amico stampa

DDL "Modifiche ed integrazionui alla L.R. 10/11/1998 N.42 e s.m.i. -norme in materia forestale"

DGR N.1854 del 28/12/2012 | IX LEGISLATURA

Presentata al Consiglio Regionale il 08/01/2013

Proposta dal Direzione generale dell'ambiente del territorio e dell'energia

D.D.L. “Modifiche  ed  integrazioni  alla  Legge  regionale 10.11.1998  n. 42 e s.m.i. - Norme  in materia forestale”.
ARTICOLO 1
Modifiche all’art.15 L.R. 10/11/1998  n. 42  e  s.m.i.
I commi 6 e 8 dell'art.15 della L.R. 10.11.1998, n. 42  e s.m.i. (Norme in materia forestale) sono così modificati:
6. “I tagli di boschi pubblici devono essere effettuati da imprese boschive iscritte all'Albo della Camera di Commercio per l'Industria e l'Artigianato ed in possesso di certificato di idoneità a condurre lavorazioni di lotti boschivi di proprietà degli Enti pubblici rilasciato dal competente Ufficio regionale. In caso di utilizzazioni eseguite in attuazione di Piani di Assestamento forestale, deve essere previsto un accantonamento pari al 15% della somma riveniente dai proventi delle utilizzazioni boschive.
La somma accantonata deve essere versata su specifico capitolo di bilancio, a destinazione vincolata, che ciascun Ente pubblico proprietario dovrà preliminarmente istituire.
Lo svincolo è disposto dalla Giunta regionale, su proposta del competente Ufficio, previa valutazione della documentazione tecnico-amministrativa trasmessa dall’Ente proprietario in allegato all’istanza.
8.  “L’accantonamento di cui ai precedenti commi 6 e 7 deve essere utilizzato prioritariamente per il finanziamento di Piani di Assestamento approvati o per la loro revisione e, in subordine, per l'esecuzione di lavori colturali, di opere di miglioramento dei soprassuoli utilizzati e per la prevenzione e lo spegnimento degli incendi, ivi compreso l’acquisto di mezzi fuoristrada con allestimento antincendio”.
ARTICOLO  2
Dichiarazione di urgenza e entrata in vigore
La presente legge regionale è dichiarata urgente ed entra in vigore il giorno della sua  pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione.
E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e farla osservare come legge della Regione Basilicata.


Primo Piano